Minuto di silenzio e lutto al braccio  La Rovellese ricorda le giovani vittime
La Rovellese con il lutto al braccio

Minuto di silenzio e lutto al braccio

La Rovellese ricorda le giovani vittime

L’omaggio dei calciatori ai tre ragazzi morti nell’incidente di Saronno

Le tre giovani vittime erano tutte appassionate di calcio, in queste ore il mondo dello sport locale si è unito per ricordarli e per cercare di essere il più vicino possibile alle loro famiglie. Ieri, la prima squadra della Us Rovellese, che milita nella terza Categoria, ha osservato un minuto di silenzio ed ha giocato con il lutto al braccio.

Il 16enne rovellese Matteo Carnelli e il coetaneo Alessandro Masini, residente a Saronno, pur frequentando corsi diversi, si erano conosciuti sui banchi di scuola dell’istituto superiore “Prealpi” di Saronno. Era quindi nata tra i due una grande amicizia che aveva portato Alessandro frequentare la compagnia di Matteo a Rovello e anche appunto a entrare a far parte l’anno scorso della squadra degli Allievi della Us Rovellese, che aveva disputato un buon campionato, arrivando più o meno a metà classifica.

Davide Greco era invece dirigente accompagnatore e vice-allenatore della società amatoriale di calcio a 7 Lokomotiv Saronno Robur, allenata dal fratello Marco. La squadra, che avrebbe dovuto scendere in campo domenica scorsa, ha sospeso tutte le attività.

© RIPRODUZIONE RISERVATA