Moria di pesci, giallo a Bulgaro  «Torrente Lura da analizzare»
Il luogo dove sono stati avvistati i pesci morti

Moria di pesci, giallo a Bulgaro

«Torrente Lura da analizzare»

Decine di esemplari galleggiano senza vita nei pressi del ponte. Il vice sindaco Chindamo non esclude nemmeno una azione dolosa

Misteriosa moria di pesci nel torrente Lura.È giallo sulla causa della “strage” di pesci, che fino a qualche giorno fa animavano le placide acque del torrente. Esemplari di dimensioni medio-piccole, perlopiù avanotti, che ora invece galleggiano senza vita sul letto del fiumiciattolo, specialmente all’altezza del ponticello di ferro in corrispondenza di via Sant’Anna.

La segnalazione

A segnalarlo alcuni residenti che, passando nei pressi del ponticello, hanno notato la moria di pesci. In quel tratto nessun esemplare è sopravvissuto, come testimonia il “cimitero” di pesci specialmente sotto il ponticello di ferro posto lungo la stradina che conduce alla chiesa di Sant’Anna.

«Mi è stato fatto presente il problema verbalmente venerdì, ma in questi casi sarebbe utile segnalarlo subito agli uffici comunali, in modo da poter effettuare con tempestività un sopralluogo e attivare gli opportuni accertamenti a cura di Arpa e degli altri Enti preposti – afferma il vicesindaco Fabio Chindamo – Non conosciamo la causa di questa strana moria. Potrebbe essere stata scaricata qualche sostanza non nei parametri previsti, che abbia provocato la morte dei pesci. Così come all’origine potrebbe esserci stato un fenomeno naturale, magari collegato alla scarsità di acqua in questo periodo di grande caldo, che possa avere creato uno stato di sofferenza nella fauna ittica tanto da determinarne poi la morte».

Non è neppure esclusa a priori un’azione volontaria: «Potrebbe anche essere stata una bravata», ipotizza il vicesindaco .

© RIPRODUZIONE RISERVATA