Spacciava droga nei boschi  Preso dai carabinieri a Bregnano
Il bivacco degli spacciatori nei boschi di Bulgarograsso

Spacciava droga nei boschi

Preso dai carabinieri a Bregnano

Al Bassone di Como un giovane marocchino residente a Lomazzo

Bregnano

Un altro spacciatore che aveva scambiato i boschi dell’Olgiatese per il proprio supermarket di morte. Si tratta di un uomo di 28 anni di nazionalità marocchina, residente a Lomazzo e già conosciuto dalle forze dell’ordine. È il bilancio dell’ennesima operazione condotta dai carabinieri sul territorio e finalizzata al contrasto della vendita di sostanze stupefacenti nei boschi.

I militari si sono appostati per ore e hanno documentato varie cessioni di cocaina. Al momento dell’intervento, hanno recuperato una dose dal peso di quasi un grammo, sufficiente a dimostrare gli illeciti affari dello straniero che è stato quindi arrestato e condotto nel carcere Bassone di Como, dove si trova tuttora con la pesante accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

Non si tratta, come detto, dell’unico caso. Nei giorni scorsi, i carabinieri di Appiano Gentile hanno effettuato numerosi servizi di prevenzione all’interno dei boschi, nel corso dei quali hanno messo in fuga alcuni presunti spacciatori, la cui identità e’ attualmente in fase di accertamento. In questa circostanza i militari sono stati aiutati dal personale del comune di Bulgarograsso, inoltre, sono state “bonificate” alcune aree che erano state adibite a bivacchi e postazioni per lo spaccio. Il materiale rinvenuto è stato in parte sequestrato per il prosieguo delle indagini, in parte smaltito. La dimostrazione che l’attività di spaccio nella zona continua incessante e che la guardia deve essere ancora tenuta alzata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA