Sparite stoffe per 5 milioni  Arrestato un dipendente   GUARDA IL VIDEO

Sparite stoffe per 5 milioni

Arrestato un dipendente

GUARDA IL VIDEO

Olgiate Comasco, nell’ultimo mese aveva già sottratto dall’azienda in cui lavora merce per 150 mila euro

Il dipendente “fedele” non era così “fedele”. Anzi. I carabinieri di Olgiate Comasco, infatti, hanno arrestato un uomo di Appiano Gentile, 43 anni, accusato di furto aggravato continuato, per aver portato via numerose stoffe e averle rivendute ad aziende compiacenti “in nero”.

Il tutto parte dalla denuncia presentata a gennaio dall’azienda produttrice delle stoffe, la Monteoliveto di Olgiate Comasco, che aveva riscontrato un ammanco di materiale tra il 2011 e il 2015 per un controvalore di 5 milioni e 500 mila euro. E sospettava proprio del dipendente, che aveva il ruolo di intermediario commerciale.

http://www.laprovinciadicomo.it/videos/video/olgiate-comasco-furto-alla-monteoliveto_1024621_44/

Il dipendente carica il materiale venduto “in nero”

I militari olgiatesi hanno così scoperto che il 43enne di Appiano (ma con casa in Svizzera) riusciva a modificare il sistema informatico dell’azienda in modo tale da far sparire numerosi rotoli di stoffa, che poi rivendeva a quattro aziende compiacenti di Como, Lecco, Busto Arsizio e Carpi.

La conferenza stampa dei carabinieri della Compagnia di Como, stazione di Olgiate Comasco

La conferenza stampa dei carabinieri della Compagnia di Como, stazione di Olgiate Comasco

I carabinieri hanno verificato le compravendite delle ultime settimane, scoprendo che in meno di un mese il sospettato sarebbe riuscito a guadagnare 150mila euro. Da qui l’ordinanza di custodia in carcere eseguita dai militari olgiatesi proprio all’interno della ditta di Olgiate. Denunciati, inoltre, i titolari delle quattro aziende che avrebbero acquistato le stoffe in nero: l’accusa per loro è di ricettazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA