Troppe multe fuori dalle elementari  La protesta delle mamme di Lomazzo
La scuola elementare di Lomazzo

Troppe multe fuori dalle elementari

La protesta delle mamme di Lomazzo

Un gruppo di genitori evidenzia la scarsità di parcheggi vicino alla scuola

E chiede ai vigili maggiore elasticità in occasione dell’uscita dei bambini

Un gruppo di genitori con una lettera ha raccontato al nostro giornale gli episodi più recenti e più comuni: ci sono giorni in cui non è consentito nemmeno accostare vicino alla scuola elementare Rodari in via Giovane Italia, pena la multa. Il problema è che i bambini possono uscire solo quando il personale vede i genitori, ma i genitori non riescono ad arrivare davanti alle porte perché non possono parcheggiare.

Le ragioni di disagio segnalate sono molteplici e tutte riconducibili all’insufficienza di parcheggi regolari per fermarsi il minimo necessario. In particolare il gruppo di mamme lamenta di non avere alternative ad accostare la macchina fuori dalle strisce all’uscita della scuola, perché le due aree di parcheggio a nord e a sud della Rodari sono sature di genitori. Lamentano anche l’intransigenza di alcuni agenti della polizia locale che sarebbe riservata ad alcune di loro. Il “pugno di ferro” a colpi di verbali e perfino di urla a non sostare pur restando in macchina, infatti, non si applicherebbe ogni giorno e non si applicherebbe a tutte le auto in divieto nelle vicinanze.

«Alcuni vigili capiscono la nostra difficoltà e se non intralciamo il traffico ci lasciano qualche minuto per prendere i bambini, altri si disinteressano delle difficoltà oggettive e poi non sanzionano le altre auto in doppia fila», racconta Katia Ripandelli, anche a nome delle altre mamme.

Lei stessa è stata multata tre giorni fa. «Sono andata al parcheggio vicino alla scuola alle 12,45, era pieno, mi sono permessa di parcheggiare fuori dalle strisce come altri genitori. Mi sarò allontanata al massimo dieci minuti per recuperare la bambina e al mio ritorno c’era un vigile ad aspettarmi per fare un verbale. Secondo lui intralciavo il traffico, in realtà le macchine passavano e non davo fastidio a nessuno». « Nonostante le mie rimostranze - continua - mi ha dato 28 euro di multa».

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (13) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
mauro alberti scrive: 28-03-2016 - 21:13h
ma non avete capito che le mamme che portano e riprendono i figli da scuola sono una categoria a parte, perchè mai dovrebbero rispettare il codice ?? se perdono del tempo li non lo possono utilizzare per "cianciare" altrove ..e poi poverini mica vorrete farle camminare per 2 o 300 metri !! poi arriverebbero stanche in palestra e si sa che non ci si puo presentare dal trainer non in forma e sudaticce !! e poi al bando le polemiche si sa che esiste un codice stradale fatto apposta per loro ..suvvia rispettiamolo !!!
Il Conte Della Ghisolfa scrive: 27-03-2016 - 07:06h
Sig.ra Antonia forse lei non ha capito quello che io ho scritto......tolleranza zero per tutti !!!! Tutte le autovetture parcheggiate in area non adibita a parcheggio devono essere multate. Si legga il codice delle strada: non c'è scritto da nessuna parte che se si arriva da un paese limitrofe si ha diritto alla comprensione dei vigili!!!!
ale b scrive: 26-03-2016 - 23:14h
c è un parcheggio a 20 metri dalla scuola,un altro 50 metri più avanti e c è quello dell asl a 150 metri,sicuro perchè c è il marciapiede,vogliamo entrare con l auto in aula?non mi sembra che fare qualche metro a piedi faccia male....anzi
Antonia Cesareo scrive: 26-03-2016 - 19:00h
Gentile Lorenzo e Federico , la legge e UGUALE PER TUTTI : se a te che non sei in mezzo alla strada ti danno la multa e le altre dieci macchine che stanno in mezzo alla strada e disturbano non sono multate , cosa pensate ? Ahh ,ahh a lei hanno dato la multa e a me no ? La legge è uguale per tutti vero ?
Vedi tutti i commenti