Una cicogna “burlona” a Binago  Riposa davanti a casa del cacciatore
La cicogna posata in cima al pino

Una cicogna “burlona” a Binago

Riposa davanti a casa del cacciatore

Michele Vullo l’ha anche fotografata

Una cicogna “fa visita” al presidente dei cacciatori. Un bellissimo esemplare, mercoledì intorno alle 12.30, è stato avvistato in centro paese da Michele Vullo, presidente della locale associazione Caccia e Pesca e presidente provinciale Enalcaccia Como. Si è posata in cima a un pino che domina il cortile della palazzina degli Speziali, in via Roma in pieno centro storico, a pochi metri dall’abitazione di Vullo.

Prima di pranzo il presidente dei cacciatori si è affacciato alla finestra e ha notato quella straordinaria presenza in cima all’imponente pino, alto oltre venti metri. Un evento a suo modo eccezionale, considerato che da circa dieci - quindici anni non si vedevano cicogne in paese.

Lo conferma lo stesso Vullo, guardia venatoria volontaria: «Anni fa, ogni tanto capitava di vederne di passaggio a Binago. Circa vent’anni fa, ricordo di avere visto addirittura un gruppo di cinque cicogne sulla piana di Lozza, proprio di fronte al luogo dove lavoravo. Era da anni che non se ne vedevano a Binago. L’avvistamento di mercoledì, in centro storico, è un evento raro. Probabilmente proveniva dal Ticino. Era bianca, becco lungo, senza coda. Bellissima. L’ho vista intorno alle 12.30 sul pino, l’ho ammirata e fotografata, poi sono andato a pranzo e verso le 13, quando mi sono affacciato di nuovo, non c’era più».

© RIPRODUZIONE RISERVATA