Sabato 02 ottobre 2010

Le promozioni? Meglio se a caso
L'Ig Nobel a 3 ricercatori italiani

WASHINGTON - Le aziende sono più efficienti se fanno promozioni a caso. Con questa idea, dimostrata matematicamente, tre ricercatori italiani si sono aggiudicati il premio Ig Nobel, il riconoscimento assegnato ogni anno parodia del più famoso Nobel.
Sponsorizzato dalla rivista scientifica-umoristica statunitense Annals of Improbable Research, e co-patrocinato dall'università di Harvard, il premio della categoria Management va a Alessandro Pluchino, Andrea Rapisarda, e Cesare Garofalo, ricercatori all'università di Catania. Che appunto hanno provato che se un'azienda promuove a caso, ottiene risultati migliori.
Tutte le ricerche, premiate in 10 categorie, sono ispirate da idee bizzarre e eccentriche.
Così il premio nella sezione Ingegneria va a degli scienziati britannici che hanno progettato un telecomando montato su un elicottero per estrarre il muco delle balene. L'Ig Nobel per la Medicina va a ricercatori olandesi che hanno studiato gli effetti benefici delle montagne russe per chi soffre d'asma.
Il premio per la Fisica lo conquistano i ricercatori della Nuova Zelanda che hanno scoperto che sul ghiaccio si scivola meno se le calze sono indossate sopra le scarpe. E il premio per la Biologia va invece a un gruppo dell'università di Bristol, in Inghilterra, che ha documentato che i pipistrelli della frutta fanno sesso orale.
Nell'edizione 2009 era stata premiata Elena Bodnar che ha inventato il reggiseno che in casi di emergenza diventa maschera protettiva per il viso, una notizia che recentemente ha conquistato l'interesse di molti quotidiani e riviste britanniche.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags
Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare