Lunedì 21 Novembre 2011

Nel 2020 grazie all'eolico
taglio di un terzo dei gas serra

Nel 2020 la produzione eolica europea consentirà un risparmio di emissioni in atmosfera di 342 milioni di tonnellate di CO2, pari al 31% dell'obiettivo di abbattimento delle emissioni che è stato assunto dalla UE per quella data. Includendo nel conteggio anche le emissioni evitate (cioè quelle che si sarebbero avute producendo la stessa quantità di energia con fonti fossili), le emissioni totali risparmiate saranno pari al 48% dell'obiettivo.

A sostenerlo è l'ultimo rapporto sulle prospettive dell'industria eolica pubblicato dalla European Wind Energy Association (EWEA). Questo già rilevante contributo dell'energia eolica - afferma l'Associazione - dimostra che è possibile aumentare il target fissato per il 2020, passando dal previsto 20% ad un abbattimento delle emissioni del 30% nell'intera UE.

L'eventuale assunzione di questo nuovo obiettivo - ha dichiarato l'EWEA - rappresenterebbe la chiave per rafforzare la leadership dell'Europa nel settore dell'energia eolica in un contesto di forte concorrenza, che vede paesi come la Cina, gli Stati Uniti, la Corea del Sud e il Giappone consolidare le loro posizioni sul mercato globale.

Il rapporto analizza anche l'impatto che il settore eolico ha avuto sul sistema di scambio delle emissioni all'interno dell'Unione Europea (ETS). Dal 2005 ad oggi le turbine installate hanno evitato emissioni per 78 milioni di tonnellate, pari all'83% delle riduzioni totali rese possibili dal meccanismo ETS.

u.montin

© riproduzione riservata

Tags