Giovedì 26 Novembre 2009

Mariano: proteste dei genitori
per la qualità dei cibi nelle mense

MARIANO - I genitori degli alunni iscritti al servizio mensa delle elementari di Sant’Ambrogio e della materna di Perticato contestano, con una raccolta firme, quanto viene servito ai bambini durante la pausa pranzo. Le lamentele riguardano la qualità delle pietanze servite ai bambini e lo stato di cottura di alcuni cibi ("la pasta spesso presentata stracotta e collosa, la carne troppo dura, la frutta acerba oppure piatti serviti con una quantità eccessiva di spezie").
I genitori chiedono alle istituzioni un intervento, un controllo sulla qualità del cibo. La questione è stata affrontata martedì sera in una riunione convocata dall’assessore alla pubblica istruzione Giovanni Alberti, che ha aperto il confronto con la commissione mensa. L’assessore va dritto al punto: «Le lamentele non sono uguali per tutti i plessi perché abbiamo verificato che ciò che non piace in una scuola, è gradito da un’altra parte: ciò detto, abbiamo comunque deciso di eliminare da subito dal menù due piatti che hanno ovunque incontrato uno scarso gradimento, ovvero il tortino di pesce e la pasta con le noci. Verranno rimpiazzati con altre proposte che garantiranno comunque lo stesso apporto di caratteristiche alimentari».
Alberti conclude affermando «che non ci si può inventare il menù in base a quello che più piace ai bambini: bisogna seguire delle indicazioni che arrivano dalla Asl e che in certi casi sono rigide. In ogni caso abbiamo deciso di tenere monitorata la situazione fino a gennaio per capire le ragioni di un eventuale scarso gradimento. Vogliano accertare se esistono margini per inserire dei correttivi oppure bisogna pensare alla totale sostituzione, sempre rispettando la dieta dell’Asl dalla quale non si può prescindere».

l.barocco

© riproduzione riservata