Sabato 27 Marzo 2010

Cantù: maxiantenna
vicina a case e scuola 

CANTU'  La torre grigia è spuntata in mezzo alle case da un giorno all'altro. E adesso è in subbuglio un intero quartiere. Molti residente di via Borgognone e dintorni sono preoccupati, per quell'antenna dei cellulari, montata in cima a un palo alto trenta metri, piantato in un cortile privato di via Catania. L'antenna è ben visibile sia dal parco giochi di via California che dalle scuole elementari di via Casartelli.
Le mamme degli alunni sono in allarme. Le insegnanti sono pronte a riunirsi. In municipio, l'assessore all'ambiente Claudio Ferrari si dice solidale con le proteste e invita alla tranquillità. Ma ricorda anche che il comune non può opporsi, perché in materia vale la legge regionale. Rispettata – distanze di sicurezza comprese – da chi ha voluto l'antenna.
A Cantù, per i cellulari, già ci sono quarantasei tralicci. Di ogni operatore. Quella di via Catania è della H3G, nota ai più per il marchio «3». Niente di irregolare, tutto autorizzato. Rimane difficile da spiegare, a chi ha dei bambini. Tira aria di tempesta anche nel vicinato. Perché di case, in quella zona, ce ne sono parecchie.

l.barocco

© riproduzione riservata