Mercoledì 19 Maggio 2010

Cantù, riciclaggio virtuoso
con gli open day in discarica

CANTU' - L'idea di un open day in discarica, dove i cittadini possono servirsi direttamente dai cassoni per recuperare ciò che altri hanno buttato via, in tempi di crisi ci starebbe pure. Al municipio di piazza Parini vorrebbero che il passaggio di beni inutilizzati diventasse realtà. «Non è scandaloso riutilizzare i rifiuti gettati in discarica - afferma l'assessore all'ambiente Claudio Ferrari - a volte è un modo intelligente di dare una seconda vita ad un oggetto che altrimenti andrebbe buttato. Ma bisogna che questi prelievi avvengano sotto una certa regolamentazione. Mi piacerebbe organizzare delle giornate a tema per consentire in parte questo alla nostra piattaforma ecologica. Credo che vada a beneficio dell'ambiente e sia un risparmio economico».
La considerazione di Ferrari arriva da una realtà che spesso si presenta in diversi punti di raccolta del Belpaese. Inutile nasconderlo: Cantù non è esente a questo fenomeno. Anche in corso Europa, dove si trova la piattaforma ecologica, capita che qualcuno arrivi non per buttare, ma per chiedere di prendere. Ad altri non va. In questi giorni, qualche artigiano ha fatto presente, senza nascondere un certo fastidio, che non sarebbe giusto permettere di prelevare rifiuti. A volte conferiti dopo domande particolareggiate, nella sicurtà burocratica. Eppure, può capitare che certi rifiuti escano dalla discarica. E ritornino ad essere utilizzati da persone che ne hanno bisogno. Il tema è comunque complesso. E non sarà semplice studiare una soluzione a prova di sicurezza e igiene, nell'ottica di un «riciclaggio» perfetto.

l.barocco

© riproduzione riservata