Sabato 07 Agosto 2010

A Mariano sono 150 le famiglie
in attesa di una casa popolare

MARIANO - Ben 142 persone in "lista d'attesa" per ottenere dal comune una casa popolare e di questi un terzo è rappresentato da cittadini stranieri. Sul totale delle domande che sono andate a costituire l'ultima graduatoria ufficiale di chi avrebbe diritto a un alloggio Aler a canone sociale presente sul territorio marianese, ben 53 provengono infatti da cittadini con passaporto diverso da quello italiano (pari al 37,3%). D'altra parte è curioso notare che nei primi dieci aventi diritto della graduatoria, solo tre pratiche sono riferite a cittadini stranieri, mentre se si scorre il fondo dell'elenco, i cognomi sono praticamente quasi tutti non italiani. Inoltre, sempre scorgendo l'ultima graduatoria, tra i primi 10 aventi diritto, 8 domande appartengono a persone sole con una certa età, una a una famiglia con 5 componenti e l'altra a un nucleo formato da due persone.
"Nonostante la crisi dell'ultimo anno e mezzo - rileva l'assessore ai Servizi sociali Cesare Pozzi -, non ci sono stati picchi improvvisi con aumento delle domande. In totale in città abbiamo 148 alloggi a canone sociale, che vuol dire pagare affitti mensili che oscillano tra i 50 e i 350 euro, oltre a 24 appartamenti che fanno parte del Por, un intervento realizzato sempre con l'Aler, ma che prevede canoni più alti, seppur inferiori al mercato, che di media possono oscillare intorno ai 400 euro. Per dare una risposta a tutti quelli che hanno presentato domanda, dovrebbe verificarsi l'evento che tutti gli attuali assegnatari lascino gli immobili e ovviamente questo è impossibile". Il ritmo del "riciclo" degli alloggi, invece, oscilla tra una media normale di 5-6 appartamenti all'anno sino a toccare punte massime ed eccezionali di 9-10 alloggi ogni 12 mesi.

f.cavagna

© riproduzione riservata