Sabato 27 Novembre 2010

Dongo, politico aggredito
a colpi di mazza da baseball

DONGO - Il paese è scosso per un grave e inquietante agguato, all'alba di venerdì, ai danni di Massimo Granzella, 61 anni, consigliere comunale in procinto di entrare in giunta, aggredito con una mazza e poi picchiato a calci e pugni.
Poco dopo le sei Granzella, come di consueto, era già attivo e si trovava nella piattaforma ecologica a compattare carta. Il suo cagnolino, Charlie, si messo improvvisamente ad abbaiare nei pressi dell'ingresso e, quando lui si è avvicinato, è stato affrontato da un soggetto incappucciato con in mano una mazza da baseball. È riuscito a difendersi e a disarmarlo, ma un'altra persona - come ha riferito ai carabinieri - lo ha colpito da dietro e, una volta a terra, i due hanno proseguito a malmenarlo con calci e pugni. Dopo qualche minuto di stordimento, è riuscito a rialzarsi e a rientrare a casa, per essere accompagnato subito al pronto soccorso dalla moglie. Naso rotto e volto tumefatto, oltre a traumi vari su tutto il corpo: questo il referto medico stilato all'ospedale Moriggia Pelascini di Gravedona, dove il consigliere si trova ricoverato.
Lo sconcerto della comunità viene espresso dal sindaco, Mauro Robba: «Un episodio del genere lascia esterrefatti e disorientati. Giovedì sera avevo salutato Massimo a mezzanotte, dicendogli scherzosamente che, visto l'orario, l'indomani avrebbe potuto dormire qualche ora in più. Alle sei, invece, era già in piattaforma. Ho segnalato l'accaduto anche a qualche parlamentare, perché se un territorio può essere trascurato per la viabilità e tanti altri aspetti, la sicurezza dei suoi cittadini e amministratori va tutelata».
Granzella, idraulico in pensione, è sposato ed ha una figlia. Lo scorso anno era risultato il primo dei non eletti nella lista dell'attuale maggioranza e di recente è subentrato in consiglio al posto del dimissionario Marco Fontana.

m.schiani

© riproduzione riservata