Venerdì 13 Aprile 2012

Atei ed agnostici sul fine vita
contro il sindaco di Saronno

SARONNO (s. giu.) - Sulla spaccatura della maggioranza consiliare riguardo alla mozione per l'istituzione del registro delle Dat (Disposizioni anticipate di trattamento) per i fine vita, presa di posizione dell'Unione di atei ed agnostici razionalisti. Antonio D'Eramo, coordinatore del circolo di Varese, ha scritto una lettera aperta ai tre membri di maggioranza, il sindaco, Luciano Porro, il presidente del consiglio, Augusto Airoldi, ed il consigliere Antonio Barba, che hanno votato contro la mozione.

Nella missiva viene stigmatizzato l'intervento di Barba (indipendente Pd), giudicato «assolutamente fuori luogo». D'Eramo invita poi Porro ed Airoldi a considerare che «una società plurale come quella attuale ha bisogno di essere guidata in modo da rispettare tutti i punti di vista».

Il sindaco ha ribadito il «diritto ad esprimere la propria opinione e a votare di conseguenza». Barba ha bollato come «irriverenti» le critiche e sottolineato la propria libertà d'espressione, «a partire dal proprio credo religioso».

m.delsordo

© riproduzione riservata