Domenica 05 Ottobre 2008

A ottant’anni mettono i ladri in fuga

Due finti tecnici del gas sono stati messi in fuga da una coppia di efficientissimi pensionati che avevano incautamente aperto la porta del loro appartamento in via Mentana ma che, subito dopo, si sono rifatti smascherandoli e costringendoli a fuggire.
L’episodio, che risale a mercoledì ma i cui dettagli sono emersi soltanto ieri, fornisce un’ennesima versione di un canovaccio analogo a quello di mille altri raggiri compiuti in centro città negli ultimi mesi, spesso ai danni di coppie anziane. L’ottantenne protagonista di questa vicenda è stato avvicinato da due persone vestite con una tuta blu da lavoro mentre si trovava sull’ingresso della palazzina di via Mentana in cui vive con la moglie. I due gli hanno raccontato di essere tecnici del gas, chiamati a effettuare un sopralluogo completo della palazzina in cui si segnalava una perdita. E quando lui ha domandato da dove avrebbero iniziato, loro hanno risposto che sarebbero partiti proprio dal quinto e ultimo piano, magari proprio dall’appartamento suo e della moglie.
Un quarto d’ora più tardi uno dei due finti tecnici armeggiava già attorno alla caldaia di casa, distraendone il padrone in modo da consentire al suo complice di intrufolarsi in una delle stanze. Il pensionato ha capito che qualcosa non andava come si aspettava quando il suo strano visitatore ha annunciato che la caldaia era in ordine ma che sarebbe stato comunque meglio controllare anche gli altri contatori.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata