Appiano: Natale a casa dopo la meningite  E tanti messaggi sotto l’albero
L’edicolante Michele Palella con la scatola dei bigliettini

Appiano: Natale a casa dopo la meningite

E tanti messaggi sotto l’albero

Il piccolo ha trascorso due giorni in famiglia: «Era contentissimo per le letterine»

Era felice come solo un bambino sa esserlo di fronte a una sorpresa gradita. La reazione di Tommy quando ha visto la grossa scatola, impacchettata a mo’ di dono, contenente centinaia di letterine e auguri che appianesi piccoli e grandi gli hanno scritto per Natale.

Il sorriso di Tommy - il bimbo di quattro anni che a novembre era stato colpito da meningite – è il più bel regalo di Natale per i suoi familiari, amici e per la comunità che si è commossa per il suo caso e per settimane ha invocato il Signore perché lo facesse guarire e tuttora prega affinché possa tornare presto alla spensieratezza dei suoi quattro anni.

Lasciata alle spalle la meningite da pneumococco che ne aveva messo a rischio la vita, il piccolo sta seguendo un percorso riabilitativo all’Istituto Eugenio Medea (Istituto scientifico italiano di ricerca e riabilitazione nell’ambito dell’età evolutiva) presso l’associazione “La Nostra famiglia” di Bosisio Parini. Ha potuto tornare a casa per trascorrere Natale e Santo Stefano nell’intimità della sua abitazione, circondato dall’amore dei suoi cari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA