Giovedì 08 Agosto 2013

Betlemme, Hebron e Nablus

per i pellegrini in Terrasanta

Il gruppo di pellegrini comaschi con il vescovo Coletti

Prosegue il pellegrinaggio dei cento comaschi con il vescovo Diego Coletti. Dopo Nazareth e il monte delle beatitudini sono passati dalla chiesa di Cana di Galilea (con il rinnovo delle promesse matrimoniali) ricordando il miracolo dell’acqua trasformata in vino.

Poi il gruppo si è diretto sul monte Tabor con la messa nel luogo della trasfigurazione. «Preghiamo - ha detto il vescovo di fronte al paesaggio - affinché i giovani sappiano riscoprire il senso e l’esperienza bellezza, perchè oggi sono troppo concentrati solo su ciò che dà adrenalina».

I pellegrini sono passati poi dalla Samaria, che è territorio dell’autorità nazionale palestinese, toccando con mano i check point e i controlli. Passaggio poi a Nablus e Sichem, quindi Ain Karim e Betlemme, raggiunta dopo aver attraversato il famigerato muro che la divide da Gerusalemme.

Tra le tappe ci sarà ovviamente anche Gerusalemme. I cento comaschi torneranno a Como lunedì.

© riproduzione riservata