Mercoledì 11 Settembre 2013

Caccia al piromane

con sei telecamere

L’interno del negozio

Sono sei le telecamere al vaglio degli investigatori della squadra mobile per cercare di ricostruire l’identità del piromane che, venerdì notte, ha incendiato il negozio I figli dei fiori di via Borgovico.

Gli inquirenti hanno già visionato le immagini del sistema di videosorveglianza del negozio stesso, ma la loro posizione potrebbe non essere strategica per riuscire a coprire la possibile via d’accesso al cortile da dove è divampato il devastante rogo, sul retro del magazzino, accanto al muro del vicino albergo.

E così gli uomini della squadra mobile della questura hanno acquisito dal Comune i filmati provenienti da altri impianti posizionati nei luoghi di accesso a via Borgovico.

Un lavoro certosino e non certo agevole: al vaglio un lasso di tempo di un paio d’ore, durante il quale annotare persone e auto passate e verificare di conseguenza se si tratta di persone interessanti per l’inchiesta.

Parallelamente gli agenti della squadra mobile proseguono il loro lavoro sull’individuazione di un possibile movente da parte degli attentatori.

© riproduzione riservata