Martedì 10 Settembre 2013

Cantù, i temi della festa nazi

Nazioni, gay e immigrati

link

Una tre giorni in grande stile quella che ha in serbo Forza Nuova e che ha ammantato di mistero sino a oggi, con ospiti in arrivo da tutta Europa. Per quella che è già stata definita un’internazionale di estrema destra.

Trecento almeno i partecipanti attesi all’evento, ma il numero potrebbe aumentare, che da giovedì a sabato offre un programma che prevede la presentazione dei rappresentanti dei gruppi stranieri presenti, incontri su temi d’attualità, concerti rock. Come quello degli italiani “Legittima offesa” che sul proprio sito dichiarano di essersi formati «con lo scopo di dare voce ai nuovi Skinheads patriottici bolognesi».

Numerosi gli esponenti di movimenti politici attesi, dagli inglesi del British National Party agli spagnoli di Democracia Nacional.

I croati dell’Hcsp, in patria accusati di antisemitismo, gli svedesi del Nordisk ungdom, i norvegesi di Malmannen, i francesi di Renouveau francais, integralisti cattolici contrari ai principi della Rivoluzione del 1789, e i fiamminghi di Voorpost che hanno in animo di unire tutti i territori di lingua tedesca.

Venerdì alle 11 si apriranno i lavori con la presentazione del festival, alla presenza del segretario nazionale di Forza Nuova Roberto Fiore e del leader dell’Hvim Laszlo Toroczkai.

Non mancheranno i dibattiti, venerdì alle 17.30 è in programma “Omofobia e matrimoni gay, l’ultimo atto dell’aggressione alla famiglia. In Italia le leggi contro l’omofobia, in Francia si approva la legge sui cosiddetti matrimoni gay e si arrestano i cittadini che manifestano la loro contrarietà. Da oggi si istituzionalizza la discriminazione della normalità”.

Sabato alle 11 toccherà invece a “Immigrazione: identità contro utopia. Le battaglie politiche dei movimenti nazionali contro la follia utopistica dello ius soli e delle politiche migrazioniste”. E sempre sabato alle 15 spazio a un altro tema, stavolta di geopolitca: “Siria: guerra non convenzionale contro uno stato sovrano».

Intanto Anpi e partiti del centrosinistra confermano la manifestazione di protesta in programma giovedì alle 18 a Como, davanti al monumento alla Resistenza europea.

© riproduzione riservata