Cantù, il “pirata” si presenta  alla Polizia locale  «Mi sono spaventato»
I soccorsi al ragazzo di 18 anni travolto l’altra sera in via Fossano

Cantù, il “pirata” si presenta

alla Polizia locale

«Mi sono spaventato»

È un uomo di Giussano, 41 anni, in città per lavoro Ieri pomeriggio ha bussato al comando: «Non l’ho visto»

Si è presentato spontaneamente ieri pomeriggio al comando della polizia locale di via Vittorio Veneto l’automobilista che lunedì nel tar do pomeriggio ha investito un ragazzo che stava attraversando la strada in via Fossano, causandogli fratture multiple, e non si è fermato a prestargli soccorso. Si tratta di un uomo di 41 anni residente in provincia di Monza e Brianza, a Giussano, che però lavora in città.

Una decisione, quella di farsi avanti entro 24 ore dall’investimento, che gli ha consentito di evitare l’arresto.

Gli agenti della locale, infatti, grazie alle immagini della videosorveglianza acquisite da alcuni negozi della zona e alla collaborazione dei cittadini, che hanno fornito testimonianze dell’incidente, erano ormai sulla buona strada per giungere a identificarlo e nelle prossime ore, probabilmente, sarebbero arrivati a lui. Col suo gesto, invece, il caso si è chiuso in meno di 24 ore.

L’incidente è avvenuto lunedì sera poco prima delle 18 lungo via Ginevrina da Fossano, all’altezza di via Galilei.


© RIPRODUZIONE RISERVATA