Cantù, le messe di mezzanotte  «Solo nelle chiese parrocchiali»
Niente messa di mezzanotte al Santuraio della Madonna dei Miracoli

Cantù, le messe di mezzanotte

«Solo nelle chiese parrocchiali»

Nella notte di Natale nessuna celebrazione a Sant’Antonio, Santurio e Galliano. Don Xodo: «Favorisce l’unione della comunità»

La messa di mezzanotte della vigilia di Natale è l’appuntamento che riesce a riportare in chiesa anche chi, durante l’anno, si faccia vedere ben poco. Ma quest’anno quanti siano abituati a partecipare a questo rito così sentito nella basilica di Galliano, nella chiesa di Sant’Antonio o al santuario della Madonna dei Miracoli, saranno delusi.

Perché la messa di mezzanotte, qui, non verrà celebrata. Il motivo, come annunciato dal prevosto don Fidelmo Xodo, spingere i fedeli a vivere in maggiore unità uno dei momenti più importanti dell’anno liturgico. L’annuncio è stato dato direttamente su Vita Comunitaria, il notiziario distribuito nelle chiese di San Vincenzo. E don Fidelmo, contattato telefonicamente, conferma tanto la scelta effettuata quanto i motivi per cui vi si è arrivati.

Fino all’anno passato le messe di mezzanotte, la sera del 24 dicembre, venivano celebrate anche a Galliano, Sant’Antonio e in Santuario. Quest’anno non sarà così. Dopo aver raccolto anche il parere del Consiglio di Comunità Pastorale e della Commissione Liturgica, spiega, i sacerdoti hanno stabilito che le messe della vigilia saranno celebrate nelle chiese del Santuario (alle 17), di San Michele e Sant’Antonio (alle 18) e di San Teodoro (alle 18.30).

Quella di mezzanotte, invece, solo nelle parrocchiali: la basilica di San Paolo, San Teodoro, San Michele, San Carlo e San Leonardo. «Questi cambiamenti – prosegue il prevosto - vengono attuati con lo scopo di rendere unita la parrocchia nelle sue varie componenti: fedeli, sia giovani che adulti, cantori, ministranti, lettori…».


© RIPRODUZIONE RISERVATA