Centro Valle Intelvi  Evitato il dissesto, ora sacrifici
Il sindaco Mario Pozzi la sera dell’elezione: sembra brindare metaforicamente al pericolo scampato

Centro Valle Intelvi

Evitato il dissesto, ora sacrifici

Il paese nato dalla fusione ha approvato il bilancio

Evitato il dissesto. Sindaco e consiglieri tirano un sospiro di sollievo dopo l’approvazione avvenuta in consiglio della delibera sull’assestamento generale e la salvaguardia degli equilibri di bilancio. Astensione compatta dai banchi dell’opposizione.

L’agognato pareggio sarà raggiunto anche per gli anni 2019 e 2020 ma sarà un triennio di sacrifici , senza investimenti e con tanti risparmi.

«Per evitare il dissesto alla fine siamo riusciti a far quadrare i conti- ha detto il sindaco al termine della seduta- ma è stato necessario riformulare un nuovo piano di rientro per poter pareggiare un disavanzo che supera i 700 mila euro. Non venderemo la farmacia. Nella speranza che non arrivino fatture pregresse non rendicontate e debiti fuori bilancio . Il nostro obiettivo è ritornare alla normalità nel giro di qualche anno. Il piano decennale di rientro dell’ex comunale di San Fedele non era più attuabile».

Poi il sindaco ha concluso: «Nel frattempo- è giusto che i cittadini lo sappiano- saremo obbligati ad una gestione ordinaria delle risorse e a limitare interventi in eventuali situazioni di emergenza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA