Che traffico al comando
Un altro vigile se ne va

Non si arresta il turn-over alla stazione di Barzanò Ancora non si è deciso come sostituire l’agente dimissionario

Che traffico al comando Un altro vigile se ne va

(Foto di Barzanò è alle prese con l’eccessiva mobilità degli agenti di polizia municipale)

L’ufficio di polizia locale di Barzanò è un porto di mare. Gli ingressi e le uscite sono continue e così in municipio non riescono a trovare pace. L’ultimo a decidere di andarsene è stato l’agente Giorgio Ripamonti, che ha appena presentato le proprie dimissioni.

«Ha vinto un concorso per una posizione analoga a Bergamo e - spiega il sindaco Giancarlo Aldeghi - dal momento che la sua fidanzata è di quelle parti, ha deciso di lasciarci». Per sostituirlo, a Barzanò ancora non hanno deciso in che modo comportarsi. «Vedremo se è possibile attingere a qualche graduatoria già aperta o, in alternativa, vedremo di appoggiarci a qualche Comune limitrofo e verificare se qualcuno può prestarci un proprio agente un determinato numero di ore alla settimana in modo da sbrigare le pratiche e tamponare la situazione in attesa di individuare una soluzione». Con le dimissioni di Ripamonti, il comandante Luca Bianchi di fatto resta l’unico in servizio, ma occorre ricordare che ha preso servizio appena pochi mesi fa, essendosi trasferito a Barzanò da Airuno, dopo che il suo predecessore Sigismondo Lettieri aveva a suo volta deciso di rinunciare l’incarico, tornando al sud. «Non mi spiego questo continuo turn-over - il commento del primo cittadino Giancarlo Aldeghi. - Forse, si tratta soltanto di sfortuna. Non so darmi un’altra risposta. Fino a qualche anno fa, andava tutto bene. L’ex comandante Antonio Sberna, infatti, è rimasto al suo post per quarant’anni, prima di andare in pensione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}