Mercoledì 14 Maggio 2014

Cinque corali insieme

per festeggiare il Duomo

Como celebrazione in Duomo con quattro corali cittadine dirette da don Saverio Xeres
(Foto by Carlo Pozzoni)

Como

Ieri sera per la messa solenne per l’anniversario della “dedicazione” in Duomo cinque corali hanno cantato per la prima volta insieme per questa festa come simbolo dell’azione corale che permise di realizzare la nostra cattedrale.

A quella attuale consacrata nel 1497 e dedicata alla Vergine Assunta preesisteva l’antica santa Maria Maggiore consacrata il 13 maggio 1083 con solenne liturgia presieduta dal vescovo Rainaldo, collaboratore di Papa Gregorio VII. Il Duomo ieri era gremito di comaschi, parroci, associazioni, movimenti cattolici, seminaristi e sei diaconi (che il prossimo giugno saranno ordinati preti) per la messa celebrata da monsignor Flavio Feroldi, arciprete del duomo in memoria proprio del 13 maggio 1083. Ma affinché il Duomo divenisse il capolavoro che vediamo oggi fu determinante la collaborazione di cittadini, istituzioni religiose, sociali ed economiche. Le voci dei cori ieri hanno emozionato e risvegliato proprio un senso di appartenenza.

Insieme alla Cappella musicale del Duomo si sono esibiti: quella della Basilica di San Fedele, dei cori delle parrocchie arcipretali di San Giorgio e Sant’Agostino, di San Giuliano, del coro “San Benedetto” di Comunione e liberazione. I cantori sono stati guidati dal monsignor Saverio Xeres e hanno dialogato con l’assemblea liturgica guidata da don Nicholas Negrini.

© riproduzione riservata