Corruzione, arrestati in Ticino un italiano  e il capo dell’ispettorato fiscale

Corruzione, arrestati in Ticino un italiano

e il capo dell’ispettorato fiscale

L’imprenditore italiano è Giovanni Cuzari, titolare della scuderia di moto Forward Racing

Tutto il mondo è Paese . E anche in Canton Ticino arrivano arresti ai vertici degli uffici fiscali. A finire in manette, come riferisce il Corriere del Ticino, è stato Libero Galli , capo dell’ispettorato fiscale nei confronti del quale si ipotizzano i reati di favoreggiamento, abuso d’autorità e corruzione passiva. . L’arresto è stato effettuato lunedì sera, su ordine del Procuratore Generale John Noseda.Nell’indagine è coinvolto un cittadino italiano residente in Ticino di 48 anni: secondo Ticino on line si tratta di Giovanni Cuzari, titolare della scuderia di moto Forward Racing (impegnata in Moto Gp e Moto 2) e dell’agenzia di sponsorizzazioni sportive Media Action. Sempre per il sito ticinese, gli inquirenti elvetici ritengono che Cuzari abbia corrotto il funzionario cantonale per ottenere vantaggi fiscali. Ma la polizia sospetta anche che alla Forward siano finiti milioni di franchi provenienti da affari poco chiari condotti in Italia, da false sponsorizzazioni e frodi carosello sull’IVA. Ma l’indagine è solo all’inizio e potrebbe riservare molte sorprese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA