Covid in Lombardia: divieto visite Rsa  Si ripensa l’orario delle scuole

Covid in Lombardia: divieto visite Rsa

Si ripensa l’orario delle scuole

Il presidente della Regione, Attilio Fontana, annuncia che l’ordinanza in scadenza nella giornata di giovedì 15 ottobre verrà prorogata sino a lunedì 19 ottobre. Venerdì 16 tre riunioni importanti.

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana annuncia che l’ordinanza in scadenza nella giornata di giovedì 15 ottobre verrà prorogata sino a lunedì 19 ottobre. Venerdì 16 tre riunioni importanti.

Nel testo viene anche specificato che «l’accesso alle strutture delle unità di offerta residenziali della rete territoriale da parte di familiari/caregiver e conoscenti degli utenti ivi presenti è vietata, salvo autorizzazione del responsabile medico, ovvero del Referente Covid 19 della struttura stessa (esempio: situazioni di fine vita) e, comunque, previa rilevazione della temperatura corporea all’entrata e l’adozione di tutte le misure necessarie ad impedire il contagio».

Il presidente Fontana comunica di aver convocato per la giornata di venerdì 16 ottobre i sindaci dei capoluoghi di provincia e i capigruppo dei partiti rappresentati in Consiglio regionale per fare il punto della situazione sull’evoluzione della diffusione del virus. Tema che verrà trattato venerdì mattina anche durante la Conferenza della Regioni.

Già giovedì pomeriggio il governatore lombardo Attilio Fontana e l’assessore al Welfare Giulio Gallera hanno incontrato i capigruppo di maggioranza e di opposizione per un confronto sulle possibili ulteriori misure per fronteggiare l’aumento dei casi.

Oltre al blocco delle visite nelle Rsa, un punto è la promozione della differenziazione dell’orario scolastico, con alternanza tra mattina e pomeriggio, d’accordo anche con le Agenzie del Tpl. Sulle manifestazioni sportive si valuta se modificare o mantenere il livello di pubblico ammesso nei palazzetti, mentre dei trasporti si discuterà nella Conferenza Stato-Regioni.

Per l’università, infine, l’ipotesi su cui si starebbe ragionando con i rettori è di lezioni in presenza solo per le matricole. Sul fronte sanitario Fontana e Gallera hanno confermato ch e la Regione sta operando per essere pronti con tutti i posti di terapia intensiva e la riattivazione degli Ospedali alla fiera di Bergamo e Milano, oltre che di luoghi di degenza a bassa intensità.

Sempre venerdì alle 17 a Palazzo Lombardia si riunirà nuovamente il Comitato tecnico-scientifico regionale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA