Disegna strisce col sorriso: ora è una stella della Rete. Guarda il video

Sondrio, il «campione della segnaletica orizzontale» ha una ditta a Cosio. È diventato famoso sul web per la sua velocità: «Guido un go-kart».

Disegna strisce col sorriso: ora è una stella della Rete. Guarda il video
1Indrit Mema è una vera e propria saetta nel disegnare le strisce sulla strada2 Un fermo immagine del video che spopola sul web3 Un primo piano del protagonista di questa storia

«Quando bisogna far le linee sulle strade per me non è lavoro, è divertimento, come guidare un go-kart. Cerco sempre di battere il mio record, piede sull’acceleratore e via». Scherza e sorride, Indrit Mema, mentre racconta del video che l’ha reso una celebrità su Facebook: quattro minuti per disegnare la mezzeria su via Toti e via Nazario Sauro, immortalati in un filmato che sulla pagina americana “Construction machines” è stato guardato, condiviso e commentato da migliaia di persone.

Il filmato in questi giorni è finito anche sul sito del quotidiano nazionale “Repubblica”, oltre che sulle bacheche di una miriade di valtellinesi utenti del social network, e tanti sondriesi si sono chiesti chi fosse «il campione olimpico della segnaletica orizzontale», come l’ha battezzato un commentatore di “Construction machines”. Al Comune è bastato far mente locale sull’appalto per i lavori in via Toti dell’estate scorsa: ditta Segnalgrafica, sede a Cosio Valtellino. E alla Segnalgrafica il titolare e addetto alla tracciatura delle linee stradali è Indrit Mema.

Classe 1977, originario dell’Albania, Mema vive in Italia dal 1998 e lavora in questo settore da molti anni. «Ho cominciato a Torino – racconta -, poi ho lavorato a Como, e nel 2010 ho deciso di aprire la ditta a Cosio. Con questo lavoro si è sempre in giro, non si hanno orari, si corre sempre, ma a me piace la tranquillità quando torno a casa, e in questo la Valtellina è uno dei posti migliori di tutta Italia».

E proprio in Valtellina, si sa, è stato girato il famoso video. «Era un sabato mattina, a giugno – racconta Mema –, avevamo cominciato il lavoro al venerdì sera, anche in zona stazione, e ormai mancava poco all’inizio del mercato. Il mio collega mi ha chiamato al cellulare per dirmi che restava da disegnare la mezzeria in via Toti, così gli ho detto “la faccio io e batto il record”. Disegnare le linee mi diverte, il lavoro sono le strisce pedonali e gli altri “metri quadri”, come li chiamiamo noi».

E così è partita l’operazione, a tutta velocità: «Il mio collega dal camion mi ha filmato con il telefonino e poi ha postato il video su Facebook, senza nemmeno dirmelo». Poi il filmato rimbalzando di condivisione in condivisione è arrivato sulla pagina americana: «L’altro giorno mi ha chiamato mio cugino dicendomi “ho visto un tuo video dall’America” - racconta Mema -, io non ricordavo nemmeno se il mio collega l’avesse pubblicato, poi ho controllato e in effetti era il nostro filmato. Mi dispiace che non sia segnalato il luogo in cui è stato girato, purtroppo non c’era l’indicazione “Sondrio” nel video originale perché l’avevamo fatto così, fra di noi».

Anche senza coordinate geografiche, comunque, sulla pagina Usa si è scatenata una ridda di complimenti, battute e commenti “da intenditori” sull’attrezzatura utilizzata. «Siamo fortunati – dice sorridendo Mema -, la ditta che fabbrica queste macchine si trova ad Orsenigo e le realizza anche con specifiche particolari, all’interno degli standard possibili per legge, quindi ho preso un’apparecchiatura sistemata come volevo io». Molti commentatori hanno sottolineato il «multitasking» del lavoro ritratto nel video, perché passando con la traccialinee Mema dispone e raccoglie i coni di segnalazione dei lavori in corso.

E anche qui l’imprenditore-pilota spiega il perché con una battuta: «Lo faccio da solo perché sennò dovrei farmi aiutare da Usain Bolt, la macchina viaggia quasi a venti all’ora e non si riesce a starle dietro per disporre i coni». Fra Valtellina e altre zone comunque Mema anche nei prossimi mesi sarà impegnato nei lavori sulle strade, e chissà che non arrivi qualche nuovo video da record.

© RIPRODUZIONE RISERVATA