Martedì 02 Settembre 2014

Erba, un pomeriggio

per veri numeri uno

Sopra,i giovani dell’Atalanta al funerale dell’ex dirigente sportivoSotto, un’immagine recente di Silvio Cuoco

Un pomeriggio di festa con i portieri del futuro. Verrà ricordato così l’erbese Silvio Cuoco, l’ex dirigente del Calcio Como morto l’11 agosto ad Albavilla a causa di un incidente stradale. Prima di dedicarsi all’organizzazione di eventi sportivi, Cuoco - scomparso a soli 43 anni - aveva sempre giocato fra i pali vestendo le maglie di diverse società calcistiche, tra cui anche quella del Como.

Ecco perché l’Asd Pianeta Portiere di Nibionno, in collaborazione con il Comune di Erba, ha deciso di organizzare per sabato 6 settembre un evento che richiamerà al Lambrone tanti ragazzi appassionati di pallone.

«L’evento - fanno sapere dalla scuola portieri di Nibionno - è riservato ai ragazzi innamorati del ruolo del portiere e ai loro preparatori atletici. L’obiettivo è ricordare con un sorriso e tanta gioia un grande uomo di sport che nel corso della sua carriera agonistica aveva scelto proprio di giocare fra i pali. Da qui l’idea di un pomeriggio per veri numeri uno». L’iniziativa - aperta a tutti i portieri dilettanti - partirà alle 14.30 sul campo da calcio in erba sintetica del centro sportivo del Lambrone: per tre ore i ragazzi potranno giocare ed esercitarsi insieme, confrontandosi con gli allenatori.

«La partecipazione è libera e gratuita, non mancheranno le sorprese. Qualsiasi portiere e preparatore atletico potrà scendere in campo. Per semplificare l’organizzazione, chiediamo però di prenotarsi in anticipo inviando una mail all’indirizzo info@pianetaportiere.it». L’evento - intitolato “Ciao Silvio. I sogni in campo” - è organizzato in collaborazione con il Comune di Erba, che ha messo a disposizione gratuitamente il centro sportivo del Lambrone e che sta sostenendo la promozione.

«Abbiamo subito aderito all’iniziativa - spiega l’assessore allo Sport Angelo Cairoli - non solo dando il nostro patrocinio, ma muovendoci anche sul piano operativo. Cuoco era un grande sportivo e si era speso per la sua città prendendo parte alla consulta civica dello sport».

La manifestazione in programma sabato, insomma, è il modo migliore per ricordare un uomo «che ha giocato molti anni nel ruolo di portiere e che ha fatto dell’organizzazione di eventi una professione di successo». Una passione per il calcio - quella di Cuoco - che non ha risparmiato il figlio Andrea, 15 anni, che gioca fra i pali per le giovanili dell’Atalanta.

L’evento cade a poche settimane dalla morte di Silvio, vittima lunedì 11 agosto di un grave incidente stradale in via Brianza ad Albavilla. L’ex dirigente del Calcio Como era a bordo del proprio scooter quando si è scontrato con un’automobile: Cuoco è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Sant’Anna, dove è morto nel cuore del notte. Un dramma che ha lasciato senza parole tutto il mondo dello sport erbese e comasco.

© riproduzione riservata