Esami di maturità  Prima prova il 17 giugno

Esami di maturità

Prima prova il 17 giugno

Dal 5 giugno on line commissioni d’esame. La prima prova il 17 giugno

Dal prossimo 3 giugno saranno pubblicate sul portale Sidi, accessibile agli Uffici Scolastici Regionali e alle scuole, le commissioni d’Esame per la Maturità 2015 che saranno poi visibili a tutti sul sito del Miur dal 5 giugno. Il Ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, ha firmato l’annuale ordinanza con le indicazioni organizzative e operative per lo svolgimento degli Esami di Stato. La Maturità 2015 vedrà debuttare gli indirizzi della riforma delle superiori avviata nell’anno scolastico 2010-2011. Una novità recepita dall’ordinanza soprattutto per quanto riguarda la seconda prova scritta dove approdano materie come danza, musica, design, legate ai nuovi indirizzi.

La prima riunione plenaria delle commissioni è fissata per il 15 giugno alle ore 8.30. Quest’anno, visto il debutto degli indirizzi della riforma all’Esame, sono molto rilevanti - spiegano a viale Trastevere - le riunioni territoriali di coordinamento dei Presidenti di commissione con gli Uffici Scolastici Regionali per fornire indicazioni e chiarimenti alle commissioni. La prima prova scritta, italiano, è in calendario per mercoledì 17 giugno alle ore 8.30, per una durata massima di 6 ore. La seconda prova si svolgerà il giorno successivo, giovedì 18 giugno, sempre alle ore 8.30. La durata è per tutti di 6 ore, tranne che per alcuni indirizzi come il Liceo musicale, coreutico, artistico, dove la prova si svolge in due o più giorni. La terza prova, diversa per ciascuna scuola, è stata fissata a lunedì 22 giugno (8.30). La commissione, nella terza prova, terrà conto, ai fini dell’accertamento delle competenze, abilità e conoscenze, anche delle eventuali esperienze condotte in alternanza scuola-lavoro, stage e tirocinio, e della disciplina non linguistica insegnata tramite la metodologia Clil, come descritte nel documento del Consiglio di classe. Anche il colloquio orale potrà partire da eventuali esperienze condotte in alternanza o in tirocinio.

Per quanto riguarda le materie d’esame, al Classico è stata rispettata la consueta alternanza fra le lingue classiche e dunque quest’anno i ragazzi dovranno affrontare la prova di Latino. Continuità anche allo Scientifico: Matematica è materia di seconda prova nell’indirizzo tradizionale e anche in quello delle Scienze Applicate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA