Escursionista salvato dal Soccorso alpino
LECCO - La Grigna e la cresta Cermenati

Escursionista salvato dal Soccorso alpino

Alle 16 l’allarme, il milanese, 38 anni, si era perso al rientro ritrovandosi su un pinnacolo roccioso nei pressi della cresta Cermenati. Raggiunto da una squadra di tecnici è stato calato e riportato sano e salvo ai Resinelli

Un altro intervento oggi per i tecnici della XIX Delegazione lariana del Soccorso alpino: verso le 16 è arrivato l’alllarme per recuperare un escursionista bloccato in cima a un pinnacolo roccioso, molto impervio, nei pressi della Cresta Cermenati.
L’uomo, un milanese di 38 anni, M.F. le iniziali, stava rientrando dalla giornata trascorsa in montagna con altri alpinisti ma scendendo ha preso un sentiero diverso e ha perso l’orientamento. E’ tornato indietro ma, risalendo, si è ritrovato in un posto ancora più rischioso, su una roccia a strapiombo per oltre un centinaio di metri. Per fortuna è riuscito a dare l’allarme; dal Centro operativo del Bione sono subito partite le squadre territoriali del CNSAS (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico), che per raggiungerlo hanno prima percorso un traverso e poi, giunti sul posto, lo hanno calato ai piedi del torrione in cui si trovava. L’orario, prossimo alle effemeridi, non consentiva l’impiego dell’elicottero e quindi tutta l’operazione ha richiesto la perizia dei tecnici e la loro presenza, per riportarlo a valle, fino ai Resinelli, sano e salvo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA