Estorsione, avvocatessa arrestata «Dietro di me i boss della ’ndrangheta»

Estorsione, avvocatessa arrestata
«Dietro di me i boss della ’ndrangheta»

Barbara Rossi, 49 anni, professionista del Foro di Como, arrestata dai carabinieri per una condanna divenuta definitiva a tre anni e otto mesi di carcere. È rinchiusa al Bassone

Dopo una condanna confermata anche dal terzo grado di giudizio, i carabinieri hanno arrestato l’avvocatessa Barbara Rossi, 49 anni, del Foro di Como, chiamata a scontare tre anni e otto mesi di detenzione conseguenza di una indagine avviata su di lei a Milano nel 2008. Stante l’esito del processo, l’avvocatessa avrebbe iniziato, addirittura nel 2002, a farsi consegnare denaro da una famiglia milanese (in totale 300mila euro) proprietaria di diversi immobili sia in città, sia in provincia, sostenendo che quel denaro sarebbe servito a pagare alcuni importanti esponenti della ’ndrangheta , i quali a loro volta si erano spesi per indurre un inquilino moroso a lasciare uno degli appartamenti della famiglia milanese, che in quel modo avrebbe dovuto ricompensarli. Tutto inventato, secondo la Procura di Milano, che raccolse la denuncia delle vittime soltanto nel 2008, sei anni dopo il primo episodio e, a quanto pare, soltanto dopo innumerevoli versamenti. Forti somme di denaro che avevano finito per mettere le vittime economicamente in ginocchio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA