Fenegrò, agli studenti cento pc  per la didattica online
La protezione civile a scuola per ritirare i computer

Fenegrò, agli studenti cento pc

per la didattica online

Prima il regalo della Fondazione Ntby poi l’arrivo anche di sim Vodafone con dati illimitati all’istituto comprensivo

Didattica a distanza possibile grazie a quasi un centinaio di pc e 40 sim per i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Fenegrò. Nessuno resterà escluso. La scuola, con la generosità di tante persone, è riuscita in un’impresa quasi impossibile: dare in pochi giorni ai ragazzi dei sei plessi che erano sprovvisti, un pc, tante sim e fare un dono speciale. Un regalo agli studenti di una scuola di Bergamo, quella terra martoriata dal coronavirus che ripone ora tutte le sue speranze di rinascita nelle giovani generazioni.

Alla guida dell’Istituto fenegrolese la dirigente scolastica Roberta Bellino. «I vari decreti ministeriali, emanati per contenere il contagio, hanno non poco scombussolato il mondo della scuola, di certo non pronto ad affrontare la didattica a distanza. Scarsi i mezzi tecnologici interni, difficile l’utilizzo della strumentazione di alcuni docenti se non per le funzionalità di base, scarsa la dotazione delle medesime famiglie. Da subito l’Ic di Fenegrò si è attivato con ricerca di piattaforme, suites, app che potessero utilizzate da docenti e studenti e famiglie. Persisteva però il problema di come raggiungere le famiglie che deficitavano di strumentazione tecnologica o di connessione: circa 120 bambini su un totale di 892» spiega la giovane dirigente che si è impegnata per una soluzione rapida.Poi la svolta, con la donazione dei computer dalla Fondazione Ntmy e successivamente 40 Sim dalla Fondazione Vodafone.


© RIPRODUZIONE RISERVATA