«Hanno devastato la nostra terra» Caccia aperta ai piromani
LEZZENO - CANADAIR ED ELICOTTERO PER SPEGNERE INCENDIO BOSCO SOPRA IL PAESE (Foto by Stefano Bartesaghi)

«Hanno devastato la nostra terra»
Caccia aperta ai piromani

Ci sono volute più di 20 ore per domare l’incendio di Lezzeno

È stata la mano dell’uomo a provocare quello che verrà ricordato dagli annali come uno degli incendi più vasti nella storia della Provincia di Como.

Gli esperti non hanno dubbi sull’origine dolosa del rogo e ora, a pericolo finalmente scampato, è l’ora degli interrogativi e delle prime indagini.

L’odore di fumo ha avvolto chilometri e chilometri di costiera. Scendendo da Bellagio verso Lezzeno nella notte di lunedì c’erano soltanto fiamme. Fiamme arrivate a cinque metri dalla strada provinciale “Lariana”, che si potevano quasi toccare con la mano. E fiamme arrivate a poco più di un chilometro dalle prime abitazioni di Lezzeno. Una “seconda casa” di campagna è stata divorata in pochi minuti ma per fortuna non c’era nessun occupante.

I numeri sono comunque da brivido. Oltre due milioni di metri quadrati di terreni completamente anneriti, circa venti ore di rogo e di conseguenza venti ore di allerta per chi l’incendio doveva circoscriverlo e domarlo. Tra mille difficoltà e la paura che cresceva con il passare delle ore davanti alla forza della natura.

Due pagine di approfondimenti su La Provincia in edicola mercoledì 15 aprile


© RIPRODUZIONE RISERVATA