Incendio a Bulgarograsso  «Il boato e poi il fuoco  È stato spaventoso»
Il terribile incendio è divampato nell’azienda Ecosfera di Bulgarograsso: una decina i feriti, grande spavento in zona (Foto by Andrea Butti)

Incendio a Bulgarograsso

«Il boato e poi il fuoco

È stato spaventoso»

Parla uno dei feriti: «Mi sono salvato correndo via»

«È stato spaventoso. Ero a trenta metri dal luogo dello scoppio. Dopo il boato, ho cercato di mettermi in salvo, correndo».

Così uno dei feriti – 46 anni di Albate – ricostruisce i terribili istanti seguiti all’esplosione e al successivo incendio sviluppatosi l’altro ieri pomeriggio in un serbatoio all’interno dell’azienda Ecosfera, in via Pirandello, dove lavora.

Un “inferno” di fuoco e fumo di cui porta i segni sul volto. Nella tarda mattinata di ieri, poco dopo essere stato dimesso dall’ospedale di Legnano dove era stato trattenuto in osservazione, è tornato in azienda: «Era in corso un’operazione che facciamo sempre – spiega – Ero a circa trenta metri dal luogo dello scoppio. Altri cinque, o sei colleghi erano più vicini. Ho sentito un botto tremendo, d’istinto mi sono abbassato ed è andata bene. Immediatamente mi sono messo a correre e sono uscito. Non riesco a ricostruire con lucidità quei momenti; ricordo che mi girava la testa e sono corso disperatamente verso l’uscita. Ho riportato una lieve ustione alla mano e al volto». E la figlia del titolare della ditta vicina ha rischiato di essere stata schiacciata da un tubo volato sulla macchina del padre parcheggiata in garage.

Due pagine speciali su La Provincia in edicola di venerdì 9 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA