La Regina da record  «Il modello Genova  per fare la Variante»
La Statale Regina ad Ossuccio di Tremezzina: uno degli ingorghi cui siamo abituati

La Regina da record

«Il modello Genova

per fare la Variante»

Tremezzina: mezzo milione di transiti nel mese di luglio e il presidente del Comitato Pro Statale rilancia

Di fronte a 492. 074 transiti in un mese (ne abbiamo riferito su La Provincia di ieri, martedì 4 agosto)sorgono spontanee per il futuro della statale Regina almeno due riflessioni. La prima è affidata a Sergio Rovelli, da anni alla guida del Comitato Pro Statale Regina.

«E’ un dato che lascia ben sperare soprattutto per il comparto del turismo, molto provato dalla pandemia - sottolinea Rovelli - Questo record di passaggi sulla Regina dice che il lago è in ripresa. Sembravano già tanti i 408 mila transiti del luglio 2019. Ma questo primato impone una nuova accelerazione per quanto concerne l’iter della variante della Tremezzina».

E a questo proposito aggiunge: «Abbiamo ancora ben impresse le immagini dell’inaugurazione lunedì pomeriggio del nuovo ponte San Giorgio di Genova. Il “modello Genova” è l’unica strada - tanto per rimanere in tema - per far sì che la variante possa essere inaugurata in tempo utile per le Olimpiadi invernali 2026. Credo che con tanta buona volontà, unita ad una buona politica, il “modello Genova” sia replicabile anche per la variante della Tremezzina. Senza burocrazia zero e poteri speciali, il traguardo delle Olimpiadi invernali è difficilmente raggiungibile. Non appena l’Anas avrà concluso l’iter per l’appalto, bisognerà che la politica dia il segnale tanto auspicato». (Marco Palumbo)

L’articolo completo su La Provincia di mercoledì 5 agosto


© RIPRODUZIONE RISERVATA