Lecco, arriva Claudia Koll  «Fuori di Dio non c’è bellezza»
Questa sera Claudia Koll racconterà ai lecchesi la sua sorprendente conversione

Lecco, arriva Claudia Koll

«Fuori di Dio non c’è bellezza»

Questa sera l’attrice si racconta al Teatro della Società. SEGUICI SU TWITTER «Ero tra le più pagate, poi ogni certezza è crollata. Dalle macerie della mia vita sono rinata grazie a Lui». L’ingresso è libero, ultimissimi posti disponibili. ISCRIVETEVI QUI

Questa sera, domenica 31 maggio, alle 20.45, al Teatro della Società, le Primavere di Lecco propongono l’incontro con l’attrice Claudia Koll; un appuntamento che si annuncia di grande interesse già nel titolo: «Fuori di Dio non c’è bellezza». ISCRIVETEVI QUI

La testimonianza di fede di Claudia Colacione, in arte Claudia Koll, esplicita il cammino di conversione compiuto dall’attrice romana, che a partire dall’anno 2000 ha deciso di dare una svolta alla sua vita e ha abbracciato la fede cattolica. Un cambiamento radicale nel segno della preghiera e della dedizione totale agli altri, agli ultimi e ai deboli, con progetti benefici attivati in Africa, in Terra Santa e nell’ex Birmania attraverso la onlus “Le Opere del Padre”.
PUOI SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

«Il Signore mi ha risposto»

«Dalle macerie della mia vita prostrata e sola – ha detto l’attrice - ho gridato al Signore e Lui nella sua infinita bontà mi ha risposto: è venuto in aiuto e con il suo infinito amore ha curato le ferite dell’anima e perdonandomi con il Suo Santo Spirito mi ha ricreata, fatta nuova!».

Claudia Koll ha debuttato al cinema nel 1989 come attrice, raggiungendo presto il successo. Negli anni Duemila, alcune situazioni personali l’hanno portata ad avvicinarsi alla fede cattolica. Ha deciso, quindi, di dare una svolta alle proprie attività personali e professionali.

«Con il successo il buio»

«Il momento più buio della mia vita – ha detto la stessa Koll in un’intervista – è arrivato al culmine del successo, nel 2000: in quel periodo ero una delle attrici più pagate d’Italia, ero ricercatissima per i miei successi televisivi e lavoravo moltissimo in teatro. Però mi mancava quello che era fondamentale: avevo messo al centro della mia esistenza la realizzazione personale e il lavoro, ma nella mia vita non c’era l’amore vero; tante passioni, storie iniziate e lasciate a metà, tradimenti, infedeltà. Poi, piano piano, mi sono sgretolata. Tutte le mie certezze sono crollate, finché non ho toccato il fondo».

Oggi, Claudia Koll si dedica a diverse associazioni di volontariato e all’apostolato, testimoniando in incontri di preghiera il “giro di boa” impresso alla propria esistenza. Nel 2005 ha fondato l’associazione “Le opere del Padre”, per aiutare le persone con particolari sofferenze sia fisiche che psicologiche, soprattutto in Africa. Ha poi partecipato a svariati pellegrinaggi, tra gli altri a un’edizione del pellegrinaggio notturno Macerata-Loreto. Dal 2007 è direttrice artistica e insegnante della “Star Rose Academy”, accademia di spettacolo, triennale e pluridisciplinare, con sede a Roma, fondata dalle suore Orsoline della Sacra Famiglia.

«È la mia prima passione. – ha detto la Koll - Insegno ai ragazzi dai 18 ai 26 anni, per educare al meglio i giovani artisti. I risultati non mancano, c’è dietro impegno, passione, per me è un lavorone...».

Per l’incontro con Claudia Koll è consigliata l’iscrizione sul sito www.leprimaveredilecco.it. L’accesso alla serata è comunque libero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA