Lecco, il bimbo nasce   dalla mamma in dialisi
Il reparto di neonatologia dell’ospedale Manzoni

Lecco, il bimbo nasce

dalla mamma in dialisi

Al Manzoni un caso che pare non avere precedenti in Occidente, probabilmente uno dei pochi al mondo - La donna, una senegalese di 47 anni, ha dato alla luce il figlio: «È nato prematuro, speriamo che possa farcela»

Un caso unico in Occidente, probabilmente uno dei pochi al mondo. All’ospedale Manzoni di Lecco è stata portata avanti una gravidanza spontanea in una donna dializzata di 47 anni, senegalese di origine.

Una circostanza rarissima, un evento talmente eccezionale che in letteratura medica non ha riscontro nel mondo occidentale. Ci sono dei “case-report” di gravidanze portate avanti, ma poi interrotte per aborto spontaneo entro il terzo mese. Ma a Lecco la prima parte di quello che sarebbe un piccolo miracolo è stata raggiunta: la donna ha partorito e il bambino, giunto alla 25ª settimana di gestazione, è ora nelle mani dei neonatologi che non si sbilanciano sulle sue possibilità di sopravvivenza, trattandosi di un bimbo di soli 400 grammi di peso. La sua lotta per la vita sarà difficilissima tanto che R oberto Bellù, direttore della neonatologia di Lecco, ha solo dichiarato: «Dal punto di vista neonatale, noi dobbiamo fare il nostro mestiere e tutto il possibile, ma in queste condizione chi crede deve pregare per questo bambino».

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola oggi, 6 ottobre

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA