Lunghe code sulle statali  Rientro a passo di lumaca
Traffico sostenuto ieri in Bassa Valle a causa del rientro

Lunghe code sulle statali

Rientro a passo di lumaca

Giornata difficile per chi si è trovato a viaggiare in auto sulle strade provinciali.

Quattro chilometri di coda e un’ora per coprirli. Davvero inusuale quanto accaduto ieri pomeriggio lungo la statale 37 che dal passo Maloja attraversa la Valbregaglia. Tra Borgonuovo di Piuro e il capoluogo di mandamento si è creato un lungo serpentone di automobili che procedevano a singhiozzo. Un vero calvario riuscire ad arrivare a Chiavenna in tempi umani. Secondo quanto spiegato dalla polizia stradale, nessun incidente ha provocato il pesante rallentamento, come in un primo momento si era pensato. Solo il volume di traffico andato congestionandosi sulle rotonde che attraversano Chiavenna.

Un ruolo sicuramente l’ha avuto la chiusura della circonvallazione interna alla città per la Sagra dei Crotti, che inevitabilmente ha fatto crescere il numero delle automobili lungo viale Maloggia. Il grosso delle auto proveniva dall’Engadina, forse uno degli ultimi fuochi della stagione turistica estiva, ma un buon numero di mezzi proveniente dalla statale 36 dello Spluga ha contribuito a rendere più difficile la situazione. Molti bregagliotti diretti verso Chiavenna per l’ultimo scampolo di festa hanno fatto inversione e sono tornati a casa. Una volta usciti da Chiavenna, con il traffico diviso tra statale 36 e provinciale Trivulzia, gli automobilisti hanno incontrato minori difficoltà.

Non è andata meglio in Valtellina, dove la bella giornata di ieri ha spinto i vacanzieri a restare in Valle sino all’ultimo. E così verso le 19 le auto che si sono messe in marcia per il rientro si sono ritrovate ferme in colonna. Il tappo da Ardenno a Morbegno è quello che ha creato maggiori difficoltà con un lungo serpentone d’auto che si sono ritrovate a scendere verso Milano a passo d’uomo. Anche a Tirano ci sono stati rallentamenti. Del resto domani iniziano le scuole, le famiglie in vacanza hanno dovuto rientrare per forza di cose.

Il traffico poco scorrevole non ha per fortuna innescato incidenti (ad eccezione di un tamponamento tra tre auto a Colorina), mentre la pioggia di ieri pomeriggio ha causato problemi a una comitiva che da Lagazzuolo stava scendendo verso Chiareggio. Temendo il peggio, gli escursionisti hanno chiesto aiuto al 112 che ha inviato sul posto una squadra di volontari del soccorso alpino che ha riaccompagnato a valle - sane e salve - le quattro persone in difficoltà.


© RIPRODUZIONE RISERVATA