Menaggio, ruba bottiglia in pasticceria  Rincorso dalla figlia del titolare e preso
Una pattuglia dei carabinieri di Menaggio

Menaggio, ruba bottiglia in pasticceria

Rincorso dalla figlia del titolare e preso

È un uomo di 70 anni di Piacenza che è stato denunciato. Dieci giorni prima nello stesso locale un altro ladro ha rubato il barattolo delle mance

Dieci giorni prima nella pasticceria Cassera Moretti,ex pasticceria Manzoni, un cliente sconosciuto era stato immortalato dalle videocamere mentre si appropriava del barattolo delle mance, contenente 560 euro, nascondendolo sotto la giacca e allontanandosi. La mattina di domenica 16 agosto un altro ladro ha concesso il bis, ma stavolta gli è andata male perché i titolari si sono accorti subito del furto e hanno rincorso il malintenzionato fin nei pressi del cimitero, bloccandolo e chiamando i carabinieri. Si tra di un pensionato di 70 anni residente a Piacenza. L’uomo, mai visto in precedenza, è entrato in pasticceria in un momento in cui c’era parecchia clientela e ne ha approfittato per arraffare una bottiglia di liquore costoso da uno scaffale, pensando di uscire senza essere notato da nessuno. Ma alla figlia del titolare non è sfuggito il gesto: ha intimato al ladro di fermarsi e poi lo ha rincorso, riuscendo ad avvisare anche il padre, che in quel momento stava servendo dei clienti fuori dal vicino bar Costantin, che fa parte della stessa proprietà. La rincorsa lungo via Camozzi è proseguita lungo la ex strada Regina, con gli ignari passanti che osservano stupiti preda e cacciatore senza ovviamente captare il senso della loro corsa; il ladro, giunto all’altezza della chiesetta di San Rocco, ha optato per scendere verso il cimitero, ma si è reso conto che gli inseguitori non mollavano e, un po’ limitato nei movimenti dalla presenza della refurtiva, a un certo punto ha desistito. Sono arrivati i carabinieri della Radiomobile di Menaggio, che hanno portato il malintenzionato in caserma per denunciarlo.

(Gianpiero Riva)


© RIPRODUZIONE RISERVATA