Mozzate, appartamenti ancora inagibili  Fuori casa dopo lo scoppio
Un dettaglio dell’appartamento dove si è verificata l’esplosione (Foto by foto andrea butti)

Mozzate, appartamenti ancora inagibili

Fuori casa dopo lo scoppio

Continuano gli interventi di messa in sicurezza della palazzina

Si attende la nomina del perito. Intanto sta migliorando l’unico ferito

Sono tuttora in corso le indagini per accertare le cause dell’esplosione, pare a causa di un perdita di gas, avvenuta lunedì sera, attorno alle 18, in un appartamento al secondo piano di una moderna palazzina di via Gorla , dove in quel momento si trovava Luca Visigalli, 50 anni, rimasto ustionato al volto e alle mani, fortunatamente in maniera non grave, ma al momento ancora ricoverato all’ospedale Niguarda di Milano.

L’uomo, le cui condizioni sono attentamente monitorate dai sanitari, non sarebbe ancora stato sentito dalle forze dell’ordine e della magistratura, perché possa fornire la sua versione dei fatti. Nelle prossime ore si attende intanto, da parte della magistratura, la nomina del perito.

I dettagli su la Provincia in edicola giovedì 9 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA