«Navicelle aliene nei cieli  Le prime dell’anno in Valle»
L’immagine dell’avvistamento riportata online

«Navicelle aliene nei cieli

Le prime dell’anno in Valle»

Ha fatto il giro sui social la notizia riportata dal Centro ufologico mediterraneo.

Saranno le esagerazioni di Capodanno, sarà la voglia di evasione, la goliardia o chissà cosa, fatto sta che gli alieni e le loro navicelle tornano a far parlare di sé in provincia di Sondrio. Ha attirato non poca curiosità - e anche qualcosa di più - il titolo «Ufo, avvistamenti dalla Valtellina alla Sicilia: gli scatti pubblicati sui social dal Centro ufologico Mediterraneo» che ieri campeggiava su un articolo de “Il Fatto quotidiano” pubblicato su Facebook e in cui si accostava la presenza aliena alle località valtellinesi: dall’ormai tradizionale Valmalenco alla new entry Teglio dove il 2 gennaio - nel pieno delle festività natalizie - sarebbe stato avvistato e immortalato l’ultimo oggetto non identificato.

Una notizia che il quotidiano diretto da Marco Travaglio ha ripreso dalla pagina Facebook del Centro ufologico mediterraneo. Ed è stato proprio il C.ufo.m. prima l’ultimo giorno dell’anno e poi ancora il 2 gennaio ad avvisare degli ennesimi avvistamenti alieni - una grossa sfera luminosa immortalata a Teglio e a Lanzada da una lettrice di Cufom - ipotizzando che in Valmalenco possa esserci addirittura una base aliena.

«Diciamo, senza voler esagerare - sostengono dal Centro ufologico mediterraneo-, che la Valmalenco potrebbe definirsi, senza esagerazione, come la Essdalen (località norvegese in cui vengono avvistate strane luci, nda) italiana. E da quella zona provengono anche testimonianze addirittura di incontri molto ravvicinati con strani esseri non umani. Possibile che in Valmalenco esista una base aliena, ipotesi confortata da tanti enigmatici avvenimenti davvero inesplicabili? Non lo escludiamo affatto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA