«Novedratese interrata o finirà ko»

«Novedratese interrata o finirà ko»

L’appello: il sindaco di Arosio guarda al chilometro tra il confine con Carugo e il ponte della ferrovia verso Briosco. Il preventivo dell’opera, che dovrebbe finanziare la Regione per evitare il collasso, è di 20 milioni. Che non ci sono

Il preventivo c’è già. Ed è di non poco conto. Si tratta di un’opera da 20 milioni di euro che dovrebbe finanziare Regione Lombardia, per evitare il temuto collasso del sistema viabilistico in Brianza. Peccato che non ci siano i soldi. «Condividiamo la preoccupazione della Provincia di Como sull’aumento del traffico sulla Novedratese, conseguente all’apertura della Pedemontana in ottobre - sottolinea Alessandra Pozzoli, sindaco di Arosio - Per questo riteniamo che l’unica soluzione efficace possibile, per eliminare i semafori sul nostro territorio, sia l’interramento della strada provinciale tra il confine con Carugo sin oltre il ponte della ferrovia verso Briosco».

Il sindaco lo dice chiaramente, all’indomani delle perplessità raccolte in Villa Saporiti sul futuro imminente per la viabilità sulla Novedratese. Si pensa che le strade saranno invase da almeno 2mila e 200 auto all’ora, su un’arteria che non può sopportarne più di 1.500, già in difficoltà e invasa dai mezzi pesanti, più di ogni altra strada provinciale. Non mancano nemmeno gli incidenti, anche mortali. La soluzione, pensano in Provincia, sta nelle modifiche infrastrutturali pensate per sostituire i semafori. Che rappresentano però un progetto, causa costi, non semplice da realizzare.

LEGGETE l’ampio servizio su LA PROVINCIA di GIOVEDÌ 2 luglio 2015


© RIPRODUZIONE RISERVATA