Ore 10,44: l’alpino Olivelli è Beato  Tremezzina e Bellagio in festa
La folla di fedeli presenti al rito di beatificazione di Teresio Olivelli al palasport di Vigevano (Foto by Palumbo)

Ore 10,44: l’alpino Olivelli è Beato

Tremezzina e Bellagio in festa

Il rito di beatificazione in corso al palasport di Vigevano dove sono arrivate migliaia di persone con numerosi alpini della provincia di Como e il vescovo Cantoni

Ore 10,44: Teresio Olivelli è Beato. L’annuncio, accompagnato da almeno cinque minuti di applausi, è stato dato dal cardinal Angelo Amato nel corso del rito di beatificazione in corso a Vigevano. «Una vita spesa nella costante ed eroica devozione a Dio e ai Fratelli» cosi’ monsignor Maurizio Gervasoni, vescovo di Vigevano. Presente anche monsignor Oscar Cantoni, vescovo di Como. Decine i gagliardetti degli Alpini di cui faceva parte il Beato. Presenti i sindaci di Bellagio e Tremezzina. Almeno 700 i comaschi sugli spalti e tra il pubblico del palasport. Olivelli, ucciso nel lager di Hersbruck a soli 29 anni per avere aiutato un prigioniero in difficoltà, è nato a Bellagio il 7 gennaio 1916 e ha avuto un legame strettissimo con Tremezzo (oggi Tremezzina) dove era parroco lo zio materno.

Marco Palumbo


© RIPRODUZIONE RISERVATA