Paura per una famiglia di Bregnano  Auto centrata da un sasso in A9
I danni provocati al parabrezza dal sasso lanciato dal cavalcavia in autostrada tra Saronno e Uboldo

Paura per una famiglia di Bregnano

Auto centrata da un sasso in A9

Costantino Caristia stava viaggiando in direzione Milano con la moglie e alcuni amici sulla sua Skoda - «Ero in sorpasso e ho sentito la botta fortissima. Il lancio è avvenuto dal cavalcavia, per fortuna siamo illesi»

Stava tranquillamente viaggiando in autostrada, anzi era addirittura in fase di sorpasso, quando un sasso lanciato da un cavalcavia gli ha colpito il parabrezza sfondandolo in parte.

Fortunatamente ha avuto il sangue freddo di mantenere la macchina in carreggiata, rallentare e uscire al primo svincolo utile. C ostantino Caristia, 52 anni, rappresentante, residente a Bregnano, domenica ha vissuto suo malgrado uno dei peggiori incubi per un automobilista. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito, viaggiava con la moglie e degli amici, e non sono stati coinvolti altri veicoli.

Costantino verso le 13.45 di domenica 11 luglio era al volante della sua Skoda Kodiaq, un mezzo piuttosto imponente, percorreva l’autostrada Milano-Como-Chiasso in direzione del capoluogo lombardo, quando subito dopo lo svincolo per Saronno ha sentito un forte urto.

«Ho pensato che fosse schizzato un sasso, o qualcosa di simile, da un mezzo che mi precedeva o semplicemente fosse stato sollevato dall’asfalto da una macchina in transito. È stato il mio amico seduto accanto a me, Angelo Ferrario di Bregnano, a spiegarmi che le cose erano andate molto diversamente». Se Costantino aveva giustamente lo sguardo attento sulla strada, Angelo seduto sul sedile del passeggero ha visto arrivare il sasso dall’alto, insomma qualcuno l’aveva lanciato. Uno stupido gioco che poteva avere conseguenze ben peggiori.

L’articolo completo su La Provincia in edicola domani, 13 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA