Piscina galleggiante  di nuovo a “casa”
La grande piscina ormai davanti alla sua sede naturale, al Grand Hotel Villa d’Este (Foto Butti)

Piscina galleggiante

di nuovo a “casa”

Cernobbio: ci sono voluti 91 giorni di manutenzione

e un viaggio di quasi 9 ore per riportarla al Villa d’Este

Novantuno giorni dopo aver lasciato Cernobbio, la piscina galleggiante di Villa d’Este, simbolo della “dolce vita” lariana e parte integrante del cinque stelle lusso, ieri alle 13.20 ha fatto rientro alla base.

Nove le ore di navigazione per raggiungere il Comune del Basso Lario dal “Pratone” di Parè di Valmadrera in cui la piscina galleggiante di Villa d’Este si è fatta ammirare completamente rimessa a nuovo, dopo i lavori di restauro (all’opera la ditta Cn - Caccia Novello di Gravedona) compiuti in questi tre mesi. A spingere - e non solo in senso figurato - la piscina, un gigante buono da 167 tonnellate (se non è un primato poco ci manca) a fronte di 37 metri per 22 ci ha pensato un rimorchiatore con due motori da 300 cavalli l’uno messo in campo da Ghi.Mas, azienda comasca specializzata in lavorazioni subacquee.

Questa mattina a Villa d’Este saranno ultimate le opere relative all’ormeggio, dopo un primo importante step avvenuto ieri pomeriggio. Step che ha permesso di mettere in sicurezza questo “gigante” da 167 tonnellate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA