“Ragazzi e cinema”, che batosta

Dopo la condanna il futuro è a rischio

Pesano i quattro anni e sei mesi a Guido Milani, presidente e fondatore del gruppo. Nessuno azzarda previsioni, ma l’attività lecchese si è fermata

“Ragazzi e cinema”, che batosta Dopo la condanna il futuro è a rischio
Guido Milani impegnato sul set. Ora la condanna che pesa enormemente sul futuro di “Ragazzi e cinema”

All’indomani della condanna a quattro anni e sei mesi in primo grado di Guido Milani – il 31enne fondatore e presidente di “Ragazzi e cinema” - per prostituzione minorile, violenza sessuale e cessione di stupefacenti, le reazioni sono state di sconcerto.

Ma la richiesta di pena, originariamente di quattro anni e otto mesi, è stata quasi interamente accolta l’altro giorno dal giudice. E c’è da capire se il gruppo oggionese potrà avere un futuro. Per ora l’attività lecchese si è fermata.

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}