Sgarbi stronca Libeskind in tv  «Quel monumento non serve»

Sgarbi stronca Libeskind in tv

«Quel monumento non serve»

Sgarbi in tv stronca il monumento di Daniel Libeskind che verrà realizzato in fondo alla diga. Giovedì sera su Rai 2, nel corso della puntata di “Virus” - la trasmissione tv condotta da Nicola Porro - il critico d’arte ha bocciato senza appello l’installazione

Sgarbi in tv stronca il monumento comasco di Daniel Libeskind. Giovedì sera su Rai 2, nel corso della puntata di “Virus” - la trasmissione tv condotta da Nicola Porro - il critico d’arte ha bocciato senza appello l’installazione.

«Che cos’è un monumento? - ha detto Sgarbi - Un monumento è qualcosa che abbiamo dentro di noi, che conosciamo, che ricordiamo. C’è bisogno, di fare nel Lago di Como un monumento ad Alessandro Volta di Daniel Libeskind? Diciassette metri nel lago di Como? No, direi! A Como già c’è la diga, e ora vogliono fare un monumento a Volta. No! Il monumento a Volta è la luce elettrica, siamo noi, Volta è dentro di noi».

Porro ignorava il legame di Volta con Como. Il giornalista ha domandato infatti al critico: «Ma perchè poi a Como?». E Sgarbi, alla Sgarbi, ha risposto: «Ma che ne so!», aggiungendo poi: «Perchè Volta è di Como, rincoglionito!».


© RIPRODUZIONE RISERVATA