Venerdì 08 Agosto 2014

GIOVANE DI 22 ANNI

STRANGOLA LA MAMMA

Le forze dell’ordine davanti alla casa dove è avvenuta la tragedia
(Foto by Bartesaghi)

Un giovane di 22 anni, Marcello Soriano, ha strangolato e ucciso la madre di 55 anni, Mariangela Moiola, nel tardo pomeriggio di ieri nella loro abitazione di Carugo .

Non è ancora stato possibile chiarire con esattezza i motivi dell’aggressione: il figlio è stato fermato ma è sotto choc e l’omicidio non ha avuto testimoni. L’allarme è stato lanciato da alcuni vicini di casa che hanno sentito la donna chiedere aiuto, hanno chiamato i carabinieri ma al loro arrivo era già morta. Il figlio era ancora in casa ed è stato posto in stato di fermo per omicidio volontario.

Da quanto è stato possibile ricostruire la donna è rincasata nel tardo pomeriggio di oggi e a casa, dei tre figli che vivono con lei (in tutto i fratelli sono cinque), c’era soltanto Marcello, disoccupato, che pare soffrisse di disturbi comportamentali. I vicini di casa di lui raccontano soltanto che è “un po’ strano” e trascorre le giornate a camminare o a fare lavoretti nel cortile di casa. Che cosa abbia scatentato la furia omicida al momento lo si può soltanto ipotizzare: forse il ragazzo ha reagito a un rimprovero della madre. Fatto sta che il giovane ha aggredito la donna, ha tentato di strangolarla, e quando lei ha chiesto aiuto mettendosi a gridare dal balcone è stata soffocata con un sacchetto di plastica.

Gli altri due figli, uno 13enne e una ragazza, sono arrivati soltanto più tardi, quando è rincasato anche il padre dell’omicida. La famiglia vive a Carugo da una quindicina d’anni in una vecchia corte ristrutturata a pochi passi dal centro storico. La vicenda ha lasciato il paese sotto choc

Su La Provincia in edicola ulteriori particolari e testimonianze sulla tragedia

© riproduzione riservata