Mercoledì 28 Maggio 2014

Maxi frode, nove arresti
Como, c’è un commercialista

finanza como

Nove persone, tra cui un commercialista comasco, sono state arrestate nell’ambito di un’inchiesta della Gdf di Como su una maxi frode fiscale nel settore del commercio all’ingrosso di materiale plastico.

Accertata l’emissione di fatture false per oltre 170 milioni di euro. Denunciate altre 23 persone per reati tributari e contrabbando

L’inchiesta ha coinvolto 14 imprese italiane ed estere, soprattutto svizzere, che operano nel commercio all’ingrosso di materie plastiche. Secondo quanto accertato, la frode faceva capo a una holding svizzera di un imprenditore campano -pregiudicato e latitante - fiscalmente rappresentata in Italia dal commercialista comasco, anche lui arrestato.

Le fatture false, l’introduzione in contrabbando della plastica, nonché l’evasione fiscale delle società “cartiere” hanno permesso di quantificare un danno all’erario di oltre 50 milioni di euro.

Tutti i particolari su La Provincia in edicola domani

© riproduzione riservata