Martedì 29 Ottobre 2013

Una sola forbiciata al cuore

Così è morto Nicolò

Il piccolo Nicolò è stato colpito al cuore una sola volta, una forbiciata che è risultata mortale

Un colpo solo e mortale, una forbiciata dritta al cuore. L’autopsia sul corpo del piccolo Nicolò Imberti è stata eseguita dal primario onorario di Anatomopatologia dell’ospedale Manzoni, dottor Paolo Tricomi.

Le risultanze sono contenute nella consulenza medico legale consegnata alla Procura di Lecco ma sarebbe stata confermata la causa del decesso del bimbo che era stata ipotizzata sin da subito: una ferita al cuore prodotta da una sola forbiciata vibrata dalla madre, Aicha Coulibaly, che purtroppo non aveva lasciato scampo al figlio.

Un colpo violento sul petto del bimbo: una ferita che non lo aveva ucciso sul colpo, i medici dell’ospedale Manzoni all’alba avevano disperatamente tentato di salvarlo ma purtroppo non c’era stato nulla da fare e qualche minuto dopo le 5 del mattino Nicolò era stato dichiarato morto. I funerali sono ancora da fissare.

© riproduzione riservata